Nichil Is Mo

venerdì 1 agosto 2008

Scritta su quaderninuovigiàvecchi la promessa
di stringere dolcemente il palmo della tua mano,

o posarvi sopra un bacio o un chicco d'uva,
o una lacrima, attenta.

A che serve piantare fiori che non hanno voglia di crescere,
sulla ghiaia.

Non mi servono altri percorsi capovolti,
anche se in punta di piedi.

[arsenico]

Pubblicato da zacatheca a 20:29 0 commenti  

Improvvisato, pagato

martedì 27 maggio 2008



Ancora una volta ho
improvvisato,

fatto miei i vostri deliri.
pagato,

improvvisato, pagato, qualcuno ho liberato,

e sono ancora vivo.

(Poesia di Sebastiano Cannata, detto Arsenico)

Pubblicato da zacatheca a 00:13 0 commenti  

Barra Video-Musica

Loading...